Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Nominato il nuovo direttore dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari

Nominato il nuovo direttore dell'Osservatorio Astronomico di Cagliari

Il Presidente dell'Inaf, a seguito della designazione da parte del Consiglio di Amministrazione, ha nominato il Dott. Emilio Molinari quale nuovo Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari a decorrere dal 1° giugno 2017

Con decreto del 23 maggio 2017, numero 46, il Presidente, a seguito della designazione da parte del Consiglio di Amministrazione, ha nominato il Dott. Emilio Molinari quale nuovo Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari a decorrere dal 1° giugno 2017.

Direttore del Telescopio Nazionale Galileo dal 2008, il Dott. Molinari è primo tecnologo dell’INAF e si è formato come cosmologo all’Osservatorio di Brera. Nel corso della sua carriera, si è occupato di progetti di telescopi (REM) e di strumentazione astronomica per TNG, VLT, E-ELT e di tecnologie di base per nuovi materiali ottici e attualmente è Co-PI italiano nel consorzio Harps-N, per la ricerca di esopianeti al Telescopio Nazionale Galileo.

Il Presidente ed il Consiglio di Amministrazione esprimono il loro più vivo ringraziamento al Dott. Andrea Possenti per l'ottimo lavoro svolto in questi anni alla Direzione dell'Osservatorio cagliaritano.

archiviato sotto: ,

Due estati addosso su Kelt-9b

01/07/2020

Cosa succede a un esopianeta che gira su un'orbita polare attorno a una stella in rapidissima rotazione? Che attraversi due estati e due inverni all'anno, ad esempio. Questo è quanto ha determinato un team internazionale di astronomi analizzando i dati del satellite Tess della Nasa sulla stella Kelt-9 e sul suo pianeta, Kelt-9b: il più caldo dei gioviani ultra-caldi conosciuto. Tutti i dettagli su ApJ

Prima misura di allineamento per Beta Pictoris

01/07/2020

Gli astronomi hanno effettuato la prima misurazione dell'allineamento spin-orbita per l'esopianeta Beta Pictoris b, situato a 63 anni luce dalla Terra, dimostrando la validità di una tecnica innovativa che potrebbe consentire nuove scoperte nel campo della ricerca sulla formazione ed evoluzione dei sistemi esoplanetari. Tutti i dettagli su ApJ Letters

Quell’ammasso nel cuore dello Scorpione

01/07/2020

Lo splendido ammasso stellare Messier 80 è solo uno degli oggetti celesti che caratterizzano il cielo serale di questo mese. I consigli per osservarlo, insieme alle costellazioni, pianeti ed eventi previsti a luglio