Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Premio “Giuseppe Lorenzoni” - IV Edizione

Premio “Giuseppe Lorenzoni” - IV Edizione

Il riconoscimento è volto a premiare il miglior articolo di carattere scientifico/tecnologico pubblicato nell’ultimo triennio avente come primo autore/autrice un/una giovane. Termine per l'invio della segnalazione e relativa documentazione: ore 15:00 del 06/03/2020

Per ricordare l’opera di Giuseppe Lorenzoni la Società Astronomica Italiana (SAIt), in collaborazione con L’Osservatorio Astronomico di Padova dell'INAF, ha istituito dal 2017 un premio a lui dedicato. Lorenzoni fu il quarto Direttore della Specola di Padova, ed il primo astronomo padovano a compiere ricerche astrofisiche. Costante sostenitore dell’importanza dell’insegnamento universitario dell’Astronomia, fu maestro di personaggi quali Antonio e Giorgio Abetti, Emilio Bianchi e Giuseppe Ciscato.

A partire dal 2018 si è deciso di focalizzare il premio ad un particolare Raggruppamento Scientifico Nazionale. Questa quarta edizione del premio è quindi indetta per il Raggruppamento Scientifico Nazionale: “Tecnologie avanzate e strumentazione.

Il premio è volto pertanto a premiare il miglior articolo di carattere scientifico/tecnologico pubblicato nell’ultimo triennio (1/1/2017 – 31/12/19) avente come primo autore/autrice un/una giovane.

Il lavoro proposto dal candidato/a deve essere apparso su una rivista referata o su una pubblicazione a tema prettamente tecnologico/strumentale (ad es. SPIE od OSA), entro il 31 Dicembre del terzo anno successivo alla difesa della tesi di Dottorato di Ricerca (per es. se la tesi è stata difesa a febbraio 2014, l’articolo deve apparire entro il 31/12/2017) e comunque non oltre il compimento del 37° anno di età del primo autore/autrice.

La segnalazione e la relativa documentazione devono essere inserite nella apposita form alla pagina:

https://goo.gl/forms/ZYspjVDzlD8muw8M2 entro le ore 15:00 del  06/03/ 2020.

Il bando integrale e il link diretto alla pagina sono disponibili anche sul sito www.sait.it

archiviato sotto: ,

Costante di Hubble? La parola al vuoto cosmico

04/06/2020

In base a una ricerca condotta dall'Università di Portsmouth, i vuoti cosmici presenti nell’universo garantiscono test più precisi sull’energia oscura e l'espansione cosmica. Utilizzando i dati della Sloan Digital Sky Survey, i ricercatori hanno confermato un universo piatto e ottenuto una nuova misura della costante di Hubble. Tutti i dettagli su Physical Review Letters

La febbre di Fobos

04/06/2020

Un team di scienziati del Jet Propulsion Lab della Nasa, dell'Arizona State University e della Northern Arizona University ha processato alcune immagini termiche della superficie della luna marziana Fobos inviate a Terra dalla sonda Mars Odyssey della Nasa. L'analisi ha fornito nuove indicazioni sull'origine enigmatica di questo corpo celeste

L’Artusi dei buchi neri

04/06/2020

Su The Astrophysical Journal un modello per interpretare la “dieta” dei buchi neri sparsi nell’universo, fra qui e 13 miliardi di anni fa. Firmano lo studio l’italiano Fabio Pacucci e un collega del Center for Astrophysics della Harvard e Smithsonian, Black Hole Initiative. Come tutti i modelli, servirà da linea guida per interpretare le osservazioni future