Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Primo Collaboration Meeting di IXPE

Primo Collaboration Meeting di IXPE

L'INAF-IAPS di Roma ospiterà il 10 ottobre prossimo il primo collaboration meeting italiano della missione IXPE, una missione della NASA con forte partecipazione italiana che vede coinvolti ASI, INAF e INFN

Il 10 ottobre prossimo si svolgerà presso l'INAF-IAPS di  Roma il primo collaboration meeting italiano della missione IXPE in occasione del quale verranno presentate alla comunità scientifica la missione e l’organizzazione dei working group scientifici che coinvolgeranno oltre 70 ricercatori e ingegneri. La missione IXPE (Imaging X-ray Polarimetry Explorer) e’ una missione della NASA con forte partecipazione italiana che vede coinvolti  ASI,  INAF e  INFN. Il team italiano avra’ un ruolo fondamentale nella definizione degli obiettivi scientifici e svilupperà e calibrerà lo strumento sensibile alla polarizzazione. 
Questo strumento conterrà  il Gas Pixel Detector che permetterà, attraverso un efficiente utilizzo dell’effetto fotoelettrico, un notevole salto di sensibilità rispetto alle tecniche utilizzate sino ad ora. 
Il contributo italiano vedrà anche l’utilizzo della stazione di terra di Malindi dell’ ASI e un contributo allo sviluppo del software di processamento dati attraverso gli istituti e lo Space Science Data Center dell’ ASI.

 

Programma

 

Martedì 10 Ottobre 2017 - Aula Convegni, INAF-IAPS Roma

 

11:30 - 11:35 - Welcome e logistica (Fabio Muleri, INAF-IAPS)

11:35 - 11:40 - Welcome del direttore dello IAPS (Fabrizio Capaccioni, INAF-IAPS)

11:40 - 11:45 - Welcome del responsabile dell'unità Esplorazione e Osservzione dell'Universo ASI (Barbara Negri, ASI)

11:45 - 12:15 - La missione IXPE: strumentazione e struttura del team (Paolo Soffitta, INAF-IAPS)

12:15 - 12:55 - Obiettivi scientifici e organizzazione dei WG scientifici (Giorgio Matt, Univ. Roma Tre)

12:55 - 14:00 - Pranzo

14:00 - 14:30 - Presentazione del Science Analysis and Simulation Working group: scopo e strumenti (Luca Baldini, INFN)

14:30 - 16:30 - Simulazioni di sorgenti astrofisiche: tutorial su ixpeobssim (Luca Baldini, INFN)

 

 

archiviato sotto: ,

La ragazza che amava “contare”

25/02/2020

Riccardo Giacconi (1931-2018). Fonte: Nobel Foundation archiveÈ morta ieri, all'età di 101 anni, la scienziata Katherine Johnson. La sua eredità include contributi che hanno permesso alla Nasa l’ingresso nella corsa allo spazio e la conquista della Luna

Dal Polo nord all’Africa, per studiare altri mondi

25/02/2020

Il progetto da 10 milioni di euro per garantire l’accesso alla più grande collezione al mondo di strutture per simulazioni e analisi planetarie, nonché una rete globale di piccoli telescopi, servizi dati e supporto alla comunità scientifica vede coinvolto anche l'Inaf con i suoi ricercatori, distribuiti su diverse sedi

Viaggio al centro di Marte

25/02/2020

Utilizzando rocce marziane e rilievi satellitari, due scienziati della Tohoku University hanno sviluppato un modello che descrive la struttura interna del Pianeta rosso, in base al quale la profondità del confine tra mantello e nucleo si trova a circa 1800 chilometri sotto la superficie. In accordo con tale modello, il nucleo dovrebbe contenere moderate quantità di zolfo, ossigeno e idrogeno