Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Procede il piano di stabilizzazioni dell'INAF

Procede il piano di stabilizzazioni dell'INAF

Pubblicati oggi i bandi per 71 posizioni riservate al personale ricercatore e tecnologo che ha maturato il titolo per la stabilizzazione ai sensi dell'articolo 20, comma 2, del D.Lgs. 75/2017
Dopo la stabilizzazione, mediante assunzione nominativa, di 14 unità di personale IV-VIII e di 50 unità di personale con il profilo di Ricercatore e Tecnologo, sono stati pubblicati oggi i bandi per 71 posizioni riservate al personale di ricerca e tecnologo che ha maturato il titolo per la stabilizzazione ai sensi dell'articolo 20, comma 2 del D.Lgs 75/2017.
Per maggiori informazioni, consultate i bandi ai seguenti link:

Il CdA ha deliberato inoltre che, a valle della conclusione dei concorsi riservati, saranno pubblicati i bandi per altrettante 71 posizioni aperte, in ottemperanza al dettato del D.Lgs 75/2017.

Allo stesso tempo, procede l'iter per l'arruolamento di 24 "giovani Ricercatori", ai sensi del Decreto Ministeriale n. 163 del 28 febbraio 2018.

Questa iniezione di 230 unità di personale, un aumento percentuale di circa il 20% del personale a tempo indeterminato, consolida il capitale umano dell'Ente, che oggi si proietta in ambiziose sfide globali, e che l'autorevole rivista "Nature" continua a collocare ai primi posti delle classifiche internazionali.

archiviato sotto: ,

La storia del Sole sotto la crosta lunare

19/06/2019

Una trottola da un giro completo ogni 9 o 10 giorni. Sarebbe stata questa la velocità di rotazione del nostro Sole quando portava i pantaloncini corti. Un risultato che un team di ricercatori del Goddard Space Flight Center Nasa ha ottenuto grazie a simulazioni utilizzando la Luna come probando. Lo studio è pubblicato su The Astrophysical Journal Letters

Osservata la danza delle prime galassie

19/06/2019

Un team di ricercatori è riuscito in un’impresa che finora sembrava impossibile: cogliere i dettagli di una fusione fra galassie avvenuta quando l’universo ancora doveva compiere il suo primo miliardo di anni. A guidare lo studio, in uscita su ApJ, è stato Roberto Decarli dell’Inaf di Bologna. Lo abbiamo intervistato

Due nuove simil-Terre attorno una stellina vicina

19/06/2019

Nella collaborazione internazionale che ha scoperto due pianeti di massa paragonabile a quella terrestre attorno alla Stella di Teegarden - una nana rossa a 12.5 anni luce di distanza - c’è anche Luigi Mancini dell’Università di Roma Tor Vergata e associato Inaf. Lo abbiamo intervistato