Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Procedure negoziate dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma

Procedure negoziate dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma

Gli avvisi e tutta la documentazione sono disponibili sul portale istituzionale dell’IAPS

Si rende noto che nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito web dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali di Roma (www.iaps.inaf.it) è disponibile tutta la documentazione relativa alle due procedure negoziate di seguito elencate:

  • Procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando ai sensi dell’articolo 63, comma 2, lett. b), del d.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, per acquisizione di movimentazione motorizzata con banchi ottici della marca  “Newport”, da installare nella Clean Room di ultima generazione all’interno dei laboratori Edificio “F” dell’IAPS-INAF presso l’Area di Ricerca di Tor Vergata in Roma attraverso trattativa diretta sulla piattaforma di e-procurement mepa.  (CIG 7438987E42 – CUP F82F17000220005)
  • Procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando ai sensi dell’articolo 63, comma 2, lett. b), del d.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, per acquisizione di Tubi a raggi X per calibrazione della strumentazione di IXPE.  (CIG 7317116324 – CUP F82F17000220005)
archiviato sotto: ,

Ryugu, pubblicati su Science i primi risultati

21/03/2019

Un ammasso di pietrisco poroso a forma di trottola. Prodotto probabilmente dalla disgregazione di un progenitore più grande. Contiene minerali idrati, ma è comunque molto arido. A firmare l'identikit dell’asteroide, fra gli altri, anche due ricercatori dell’Inaf: Ernesto Palomba e Davide Perna

Il segreto dell’asimmetria? Un pizzico di “charm”

21/03/2019

Osservata per la prima volta al Cern, con l’esperimento Lhcb, la violazione di CP nei quark charm. Già prevista dalla teoria, la violazione osservata è ancora troppo piccola per spiegare l’asimmetria materia-antimateria che osserviamo in natura, ma costituisce un importante passo avanti per comprendere la composizione dell’universo

Stucco marziano

21/03/2019

Lo strumento Cassis a bordo del Trace Gas Orbiter (Tgo) della missione Esa ExoMars 2016 ha immortalato una particolare zona del Pianeta rosso che sembra avere una particolare conformazione a bande