Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Progetto “PON SRT”, valutazione comparativa per il ruolo di project manager

Progetto “PON SRT”, valutazione comparativa per il ruolo di project manager

Avviso per l'individuazione di candidati per la copertura della posizione di “Project manager” del progetto “PON SRT”, posizione di dirigente tecnologo da reclutare ai sensi dell’articolo 11, comma 1, lettera c), del Regolamento del personale dell'INAF. Data di scadenza per la presentazione delle candidature: 25 giugno 2019

È indetta una procedura di valutazione comparativa per il reclutamento di una unità di personale, con rapporto di lavoro subordinato a tempo pieno e determinato, da inquadrare nel profilo di Dirigente Tecnologo di Primo Livello, per svolgere il ruolo di “Project Manager” per le attività connesse all’approvvigionamento, installazione e collaudo relative al progetto denominato “PON SRT” secondo le seguenti principali attività:

  • O.R.1 - Ricevitore criogenico multi-beam in Banda W per SRT (75 – 116 GHz). Fornitura di un ricevitore eterodina criogenico operante nella banda di frequenza 75-116 GHz, composto da almeno 9 feed.
  • O.R.2: Ricevitore criogenico multi-beam in Banda Q per SRT (33 – 50 GHz). Sviluppo di un ricevitore a microonde criogenico operante nella banda di frequenza 33-50 GHz, composto da 19 feed a doppia polarizzazione circolare.
  • O.R.3: Camera millimetrica per SRT (80 – 116 GHz). Fornitura di una camera millimetrica operante nella banda di frequenza 80-116 GHz , composta da un array di circa 300 rivelatori indipendenti.
  • O.R.4: Sistema ricevente a microonde compatto e simultaneo a tre-bande per i tre radio telescopi Italiani. Fornitura di tre ricevitori a microonde criogenici e compatti (per SRT, Medicina e Noto), composti da tre distinte catene riceventi funzionanti alle bande di frequenza 18-26 GHz, 35-50 GHz e 86-116 GHz, simultanee.
  • O.R.5: Sistema metrologico per SRT. Fornitura di un sistema metrologico per l’ottimizzazione del puntamento e del guadagno d’antenna di SRT a tutte le elevazioni fino a 116 GHz.
  • O.R.6: Backends per SRT. Acquisizione di un sistema di backends con un’architettura digitale riconfigurabile in grado di processare il segnale per osservazioni spettropolarimetriche su una larga banda di frequenza ed in modalità multi-beam.
  • O.R.7: Fornitura delle interfacce elettroniche e meccaniche per l'integrazione dei nuovi sistemi. Fornitura delle interfacce elettroni e meccaniche per l’integrazione dei nuovi ricevitori, backends e sistema di metrologia che andranno a potenziare SRT. Tale fornitura dovrà essere integrata in un sistema che permetterà al radiotelescopio nel suo insieme di operare alle alte frequenze, ottimizzando la frequency agility.
  • O.R.8: HPC e sistemi di archiviazione per la raccolta ed uso dati SRT. Forniture, installazione e avvio delle risorse High Performance Computing, in particolare lo storage e il calcolo massivo, necessarie per l’archiviazione e l’analisi dei dati ottenuti con SRT.
  • O.R.9: Potenziamento dei laboratori per lo sviluppo di tecnologie a microonde. Fornitura di strumentazione e apparecchiature per lo sviluppo di tecnologie a microonde che dovranno integrare le capacità dei laboratori e delle officine a servizio di SRT.

Il contratto di lavoro a tempo determinato, a copertura della posizione, sarà secondo la qualifica di Dirigente Tecnologo degli Enti di Ricerca, stipulato ai sensi dell’art. 11 comma 1 Lettera c) del Regolamento del Personale dell’INAF, avrà la durata di due anni e potrà eventualmente essere prorogato, alla scadenza, per un ulteriore anno, in considerazione delle esigenze del programma di attività tecnico-scientifiche oggetto del medesimo contratto e tenuto conto di eventuali rinnovi, estensioni e rifinanziamento delle attività oggetto del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, nonché in presenza della necessaria disponibilità finanziaria.

La sede presso la quale il candidato risultato idoneo dovrà prestare servizio è, a scelta del candidato, L’osservatorio Astronomico di Cagliari (Cagliari) o INAF Sede Centrale (Roma). Nel secondo caso l’assegnazione della posizione in oggetto comporterà la presenza non continuativa presso le strutture di Cagliari (Osservatorio e sito di SRT) secondo modalità che potranno essere concordate in seguito.

Cliccare qui per scaricare il bando »

archiviato sotto: ,

Lampi gamma dal collasso di campi magnetici

08/04/2020

Un nuovo studio internazionale condotto dall’Università di Bath, che vede coinvolti due ricercatori associati Inaf, sembra fare luce sul misterioso fenomeno dei lampi gamma. Un livello sorprendentemente basso di polarizzazione della radiazione indica che il campo magnetico della stella potrebbe essere collassato, rilasciando l'energia che ha alimentato la prodigiosa esplosione. Tutti i dettagli su ApJ

Inattesi canali magnetici in una remota galassia

08/04/2020

Insolite strutture che emettono onde radio e un probabile collegamento dei campi magnetici tra i due lobi della remota radiogalassia Eso 137-006: sono questi i sorprendenti risultati dello studio condotto da un team internazionale di astronomi guidati da Mpati Ramatsoku, della Rhodes University e associata Inaf, e che vede coinvolti molti ricercatori dell'Istituto nazionale di astrofisica, pubblicato su Astronomy and Astrophysics

Con un poco di zolfo, la foschia va su

08/04/2020

Lo zolfo è un ingrediente essenziale per la vita sulla Terra, dunque potrebbe essere anche un elemento utile alla ricerca di vita su altri pianeti. Uno studio pubblicato su Nature Astronomy illustra i risultati di simulazioni condotte in laboratorio per valutare l’impatto della presenza di zolfo in esoatmosfere ricche di anidride carbonica