Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Progetto MAORY, valutazione comparativa per il ruolo di project manager

Progetto MAORY, valutazione comparativa per il ruolo di project manager

Avviso per l'individuazione di candidati per la copertura della posizione di “Project manager” del progetto MAORY, posizione di dirigente tecnologo da reclutare ai sensi dell’articolo 11, comma 1, lettera c), del Regolamento del personale dell'INAF. Data di scadenza per la presentazione delle candidature: 31 marzo 2019

È indetta una procedura di valutazione comparativa per il reclutamento di una unità di personale, con rapporto di lavoro subordinato a tempo pieno e determinato, da inquadrare nel profilo di Dirigente Tecnologo di Primo Livello, per svolgere il ruolo di “Project Manager” per le attività connesse alla costruzione, assemblaggio e controllo dello strumento scientifico MAORY e le seguenti principali attività:

  • Monitoraggio e controllo delle attività tecniche e contrattuali;
  • Controllo del processo di approvazione della documentazione;
  • Supervisione e coordinamento della fornitura di tutti i documenti previsti con l’European Southern Observatory (ESO), incluso la revisione finale e l’approvazione con le eventuali “changes”;
  • Supportare il “Principal Investigator”, nel monitoraggio e nella valutazione dei compiti di carattere tecnologico, economico, di pianificazione ed organizzativo;
  • Mantenere e aggiornare il “project management plan”;
  • Partecipare alle riunioni “milestones” previste negli accordi con l’ESO, assicurando le forniture previste negli accordi”.

Il contratto di lavoro a tempo determinato, a copertura della posizione, sarà secondo la qualifica di Dirigente Tecnologo degli Enti di Ricerca, stipulato ai sensi dell’art. 11 comma 1 Lettera c) del Regolamento del Personale dell’INAF, avrà la durata di due anni e potrà eventualmente essere prorogato, alla scadenza, per un ulteriore anno, in considerazione delle esigenze del programma di attività tecnico-scientifiche oggetto del medesimo contratto e tenuto conto di eventuali rinnovi, estensioni e rifinanziamento delle attività oggetto del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, nonché in presenza della necessaria disponibilità finanziaria.

La sede presso la quale il candidato risultato idoneo dovrà prestare servizio è l’Osservatorio di Astrofisica Spaziale di Bologna.

Cliccare qui per scaricare il bando »

archiviato sotto: ,

Prime immagini dei falò sulla superficie del Sole

16/07/2020

Svelate oggi le prime immagini del Sole ottenute dalla missione Solar Orbiter dell’Esa. Lo strumento Metis, un coronografo italiano ottimizzato per l’osservazione dello strato più esterno dell’atmosfera solare, è in prima linea nell’osservazione dei “falò” solari, onnipresenti eruzioni in miniatura

Ngc 2992: un laboratorio per studiare i buchi neri

16/07/2020

Uno studio guidato da ricercatrici e ricercatori italiani di Asi, Inaf e Università Roma Tre mostra la presenza di lampi di alta energia provenienti dal disco di accrescimento attorno al buco nero della galassia Ngc 2992, catturata nella sua massima luminosità nei raggi X. Il “motore” che innesca questi lampi è un buco nero dalla massa pari a 30 milioni di volte quella del Sole

Alle origini della Space Diplomacy

16/07/2020

Ricorre domani, venerdì 17 luglio, il 45esimo anniversario dell’aggancio in orbita fra la navicella spaziale Apollo e la capsula Sojuz, coronamento della prima collaborazione tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica. Ripercorriamo con Roberto Della Ceca, responsabile dell’Unità per la gestione dei progetti spaziali dell’Inaf, le tappe di quella straordinaria missione spaziale e politica