Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi OAS Bologna

IASF Bologna HomePage

IASF Bologna

OAS Bologna

Direttore Andrea Comastri

Indirizzo web https://www.oas.inaf.it

Email segreteria@iasfbo.inaf.it

Foto dell’Istituto nella galleria multimediale

Consulta l’elenco telefonico

Tracce radio di uno scontro galattico

17/01/2022

Con i dati raccolti dai radiotelescopi Askap, MeerKat e Gmrt, un gruppo di ricercatrici e ricercatori guidato dall’Inaf ha potuto studiare una particolare emissione proveniente dal superammasso di Shapley, che fa da ponte tra un ammasso di galassie e un gruppo di galassie, quest’ultimo in recente collisione nell’ammasso come un gigantesco proiettile che ne ha innescato l’emissione

Galassie nane, è la vostra stagione

14/01/2022

Sono le più piccole, e anche le più antiche: le prime a essersi formate nell’universo. Cosa sappiamo di questi agglomerati di stelle tanto dimessi quanto influenti per l’evoluzione del cosmo? E cosa invece rimane da scoprire? Ospitiamo un editoriale sull’argomento scritto da Francesca Annibali e Monica Tosi, astrofisiche all’Inaf di Bologna e autrici di una review pubblicata ieri su Nature Astronomy, che sta dedicando alle galassie nane una collezione di articoli

L’eruzione del buco nero che copre 16 lune piene

24/12/2021

Grazie al Murchison Widefield Array, gli astronomi sono riusciti a ottenere un’immagine di Centaurus A senza precedenti. Vista dalla Terra, l'emissione della radiogalassia si estende per otto gradi nel cielo, la lunghezza di 16 lune piene affiancate. Le nuove osservazioni evidenziano un vasto deflusso bipolare con velocità di 1100 chilometri al secondo e di massa pari a 2.9 masse solari all’anno. Tra gli autori anche Massimo Gaspari dell’Inaf

Chandra e le sue cavità

17/12/2021

Grazie al telescopio orbitale Chandra della Nasa, un gruppo di ricerca guidato da studiosi dell’Università di Bologna e dell’Inaf ha individuato per la prima volta due coppie di cavità, o bolle, formate nel gas caldo di un ammasso di galassie, generate forse dall’azione di due buchi neri supermassicci uniti in un’orbita ravvicinata

Fenice rossa: così rinasce il litio dalle stelle

11/11/2021

In alcune specifiche fasi evolutive le stelle giganti producono il litio, mentre si riteneva che in queste stesse fasi venisse sistematicamente distrutto. Grazie ai dati della campagna osservativa Gaia-Eso è ora possibile aggiungere un nuovo tassello al cosiddetto “dilemma del litio”, uno fra gli elementi più studiati in astrofisica. I risultati in uno studio guidato da Laura Magrini dell’Inaf di Arcetri pubblicato su Astronomy & Astrophysics

Jwst è arrivato a destinazione, ora iniziano i test

25/01/2022

Alle 20 ora italiana di ieri, lunedì 24 gennaio, il James Webb Space Telescope ha attivato i suoi propulsori di bordo per quasi cinque minuti per completare l’ultima correzione di rotta e si è inserito nella sua orbita finale, attorno al secondo punto di Lagrange del sistema Sole-Terra, o L2, a quasi un milione e mezzo di chilometri dalla Terra

Com’esuli pensieri incantano la Nasa

25/01/2022

Luna piena e storni al tramonto, nel cielo di Cagliari. Sono i protagonisti dell’Apod – l’immagine astronomica del giorno – scelta dall’agenzia spaziale statunitense il 22 gennaio scorso. Autrice dello scatto, la fotografa italiana Elena Pinna. L’abbiamo intervistata

Registrata dagli astrofisici la “canzone del Sole”

25/01/2022

La scoperta delle più estese oscillazioni risonanti in una struttura magnetica stellare – una sorta di sinfonia delle macchie solari – è descritta in uno studio, pubblicato oggi su Nature Communications, firmato da ricercatori dell’Agenzia spaziale italiana e dell’Istituto nazionale di astrofisica