Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi IASF Bologna

IASF Bologna HomePage

IASF Bologna

IASF Bologna

Direttore Giuseppe Malaguti

Indirizzo web http://www.iasfbo.inaf.it

Email segreteria@iasfbo.inaf.it

Foto dell’Istituto nella galleria multimediale

Consulta l’elenco telefonico

Da Salerno a Stanford inseguendo i GRB

22/06/2016

dainotti-horUna correlazione “3D”, fra tre dei parametri che caratterizzano i lampi di raggi gamma, ha consentito a un team di astrofisici d’individuare un campione di sorgenti candidate a svolgere il ruolo di “candele standard”. Media INAF ha raggiunto la prima autrice dello studio

Lampi gamma “standard” come supernove Ia

21/06/2016

grUn metodo inedito per sfruttare le più potenti esplosioni dell’Universo, i GRB, come strumento per calibrarne la velocità d’espansione è stato messo a punto da un team di ricercatori guidato da Maria Giovanna Dainotti, ricercatrice alla Stanford University e all’INAF IASF di Bologna

Abitare a testa in giù

20/04/2016

fcc1-927x420Si chiamano “Abitare lo Spazio” i 39 laboratori didattici per le scuole elementari e medie, tutti gratuiti e in sette città, organizzati da INAF e BNL per il Festival della cultura creativa

Scandalosamente splendenti

23/03/2016

planckinstruLe ha scoperte, spigolando fra dati di Planck, un laureando della University of Massachusetts Amherst. Hanno circa dieci miliardi di anni e, commenta Carlo Burigana dell’INAF, «appaiono davvero come dei “mostri astrofisici”: si tratta probabilmente di galassie con una straordinaria attività di formazione stellare»

Venti di quasar

22/03/2016

Rappresentazione artistica di venti attorno un buco nero. Una parte del gas che li forma cade a spirale verso l'interno, ma un’altra parte è spinta verso l’esterno. Crediti: NASA e M. Weiss (Chandra X-ray Center)Provengono da una galassia lontana, e fra le emissioni generate da un buco nero supermassiccio sono quelle più veloci mai osservate a lunghezze d’onda ultraviolette. Mauro Dadina (INAF): «Hanno energia sufficiente a spazzare via il gas da cui si formano le stelle delle galassie»

Asteroid Day, conto alla rovescia

24/06/2016

Immagine d'artista di un asteroide con il nostro pianeta sullo sfondo.
Crediti: NASAPartita come l’iniziativa di una manciata di persone accomunate da una passione per l’esplorazione dello spazio e lo studio dei corpi minori l'Asteroid Day è diventato un movimento globale che coinvolge migliaia di persone in tutto il mondo per diffondere conoscenza e consapevolezza sul tema degli asteroidi. L’appuntamento di quest’anno a giovedì 30 giugno, con moltissimi eventi in giro per il modo, e, ovviamente, anche qui su Media INAF

L’idrogeno che sembra un metallo

24/06/2016

21 aprile 2014, nelle immagini della Hubble Wide Field Camera 3 il restringimento della celebre macchia rossa di Giove. Crediti: NASA, ESA e A. Simon (GSFC).Non riflette né trasmette la luce visibile, ma conduce calore. Per osservare e studiare queste proprietà tutt’altro che usuali dell’idrogeno, un gruppo di ricercatori ha compresso e riscaldato alcuni campioni di questo elemento chimico a valori estremi, simulando le condizioni che si verificano nelle zone interne dei pianeti gassosi giganti

Marte: trovato un inatteso minerale

24/06/2016

Il selfie del rover NASA Curiosity, sul sito marziano dove è stato raccolto un campione della roccia chiamata Buckskin. Circondata da un ciuffo di polvere iridescente, la foratura nel suolo marziano è ben visibile in primo piano. Crediti: Crediti: NASA / JPL-Caltech / MSSS.L’analisi di un carotaggio operato dal rover NASA Curiosity in località Buckskin, nel cratere Gale, rivela la presenza di un derivato del silicio, prodotto da fenomeni di vulcanismo prima d’ora non contemplati nel recente passato di Marte. Una scoperta che può cambiare le ipotesi attuali sull’origine del Pianeta