Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Arcetri (FI)

Osservatorio di Arcetri (FI)

Osservatorio di Arcetri (FI)

Osservatorio di Arcetri (FI)

Direttore Sofia Randich

Indirizzo web http://www.arcetri.inaf.it

Foto dell’Osservatorio nella galleria multimediale

Consulta le attività divulgative e iniziative didattiche

Consulta l’elenco telefonico

Così si parlano galassie, materia oscura e buchi neri

23/08/2021

Uno studio guidato da Antonino Marasco dell’Inaf di Arcetri, appena pubblicato su Mnras, evidenzia una forte correlazione – niente affatto scontata – fra le masse delle tre componenti principali di una galassia: la componente stellare, la componente di materia oscura presente nell’alone e il buco nero supermassiccio che giace al centro della galassia stessa

A caccia di molecole rare nelle nursery stellari

05/08/2021

La grande sensibilità del radiotelescopio Iram da 30 metri permette di rivelare emissioni molto deboli, come quella da molecole rare come HCNH+. Un gruppo di astronomi guidato dall'Inaf ha studiato nel dettaglio questa molecola (abbondante nell'atmosfera di Titano) e per la prima volta è stato chiarito che l'abbondanza di HCNH+ è diversa a seconda che si tratti di regioni di formazione stellare giovani (fredde) o evolute (calde). I dettagli su A&A

Protopianeti giganti dove non te li aspetti

29/07/2021

Tracce di protopianeti giganti sono state riscontrate dal radiotelescopio Alma a grande distanza dalla stella nel sistema sistema Hd 100546. Il nuovo modello permette di interpretare dati precedenti che testimoniavano la presenza di acqua nel disco. Alla guida dello studio, pubblicato su Astronomy & Astrophysics, Davide Fedele dell’Istituto nazionale di astrofisica

Tracce d’una devastante supernova primordiale

29/07/2021

Identificate le tracce chimiche dell’esplosione di un’antichissima supernova di grande energia in una stella di seconda generazione, denominata AS0039, presente nella galassia nana di Sculptor. Il risultato è frutto d’una ricerca guidata da due ricercatrici dell’Università di Firenze associate all’Istituto nazionale di astrofisica

Azzannando con Phangs le stelle in formazione

16/07/2021

Un team di astronomi, tra i quali Francesco Belfiore dell’Inaf di Arcetri, ha pubblicato nuove osservazioni di galassie vicine che ricordano colorati fuochi d’artificio cosmici. Ottenute con il Vlt dell’Eso, le immagini mostrano le diverse componenti delle galassie in colori distinti, consentendo di individuare le posizioni delle stelle giovani e del gas che esse riscaldano

Spade laser in infrarosso sotto l’occhio di Hubble

17/09/2021

Osservazioni nell’infrarosso dei potenti getti bipolari di materia emessi da stelle giovani, condotte con lo Hubble Space Telescope, hanno permesso di ottenere preziose informazioni sulle zone più interne nelle quali essi si formano, suggerendo la presenza di compagni di piccola massa molto vicini alla stella capaci di perturbarne la traiettoria

Super vulcani nell‘Arabia Terra marziana

17/09/2021

Utilizzando i datti ottenuti dal Mars Reconnaissance Orbiter della Nasa, un team di ricercatori guidati dal Goddard Space Flight Center ha identificato firme mineralogiche di cenere vulcanica nella regione Arabia Terra, nell’emisfero nord di Marte. Secondo gli scienziati, si tratterebbe di materiale espulso dall’eruzione di antichi super vulcani. Lo studio è su Geophysical Research Letters

Sn 1181, mistero risolto dopo otto secoli e mezzo

17/09/2021

Recenti analisi condotte da un team internazionale di astrofisici potrebbero aver risolto il mistero che circonda l’origine e l’evoluzione di una supernova avvistata in Cina nel 1181 e di cui si erano perse le tracce per quasi un millennio. I risultati sono stati pubblicati ieri su The Astrophysical Journal Letters