Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Roma

Osservatorio di Roma

Osservatorio di Roma

Osservatorio di Roma

Direttore Lucio Angelo Antonelli

Indirizzo web http://www.oa-roma.inaf.it

Foto dell’Osservatorio nella galleria multimediale
Consulta l’elenco telefonico

Luce verde dall’Esa per Comet Interceptor

16/06/2022

Completata la fase di studio, procede verso la costruzione la missione dell’Esa Comet Interceptor, che vede un importante coinvolgimento italiano. Con il lancio previsto per il 2029, la missione è in cerca di una cometa primordiale da esplorare, impresa a cui partecipano anche il Telescopio nazionale Galileo, la stazione osservativa di Asiago e il Rubin Observatory in Cile

Dario Lorenzetti ci ha lasciato

15/06/2022

Molto conosciuto e apprezzato da chi nell’Inaf si occupa di osservare la formazione stellare e di progetti tecnologici, ha fondato il gruppo tecnologico dell’Osservatorio di Roma, oggi in prima linea nella costruzione di strumenti ottici e infrarossi per telescopi da terra

Scienza da bere, nel pub sotto casa

06/05/2022

Pint of Science porta alcuni fra i più brillanti ricercatori al bar per discutere le loro ultime ricerche e scoperte direttamente con i cittadini. E torna finalmente in presenza nelle tre serate di lunedì 9, martedì 10 e mercoledì 11 maggio 2022 in diciannove città italiane. Abbiamo selezionato per voi gli appuntamenti più astronomici

Identikit in 48 ore d’un asteroide near-Earth

15/04/2022

Nome in codice “scopri-e-caratterizza”, è la sequenza di procedure necessarie per arrivare alla caratterizzazione di un asteroide near-Earth appena scoperto. Un test condotto dal consorzio Neorocks a inizio aprile al Telescopio nazionale Galileo è riuscito a caratterizzare l'asteroide 2022 GC1 in meno di 48 ore dalla sua scoperta. Lo racconta oggi su Media Inaf una delle ricercatrici del progetto, Elena Mazzotta Epifani dell’Inaf di Roma

Il mio nome è GNz7q. E sarò un quasar

13/04/2022

Scoperto un oggetto distante circa 13 miliardi di anni luce dalla Terra, estremamente compatto e arrossato dalla polvere stellare. La rilevazione, effettuata grazie all’utilizzo del telescopio spaziale Hubble, farà luce sul mistero della crescita dei buchi neri supermassicci nell'universo primordiale. I risultati del lavoro, firmato fra gli altri da astrofisiche della Sapienza e dell’Inaf, sono stati pubblicati su Nature

Le prime immagini dal flyby di BepiColombo

24/06/2022

La missione BepiColombo ha effettuato il suo secondo assist gravitazionale di Mercurio il 23 giugno alle ore 11:44, arrivando fino a circa 200 chilometri al di sopra della superficie del pianeta. Durante il sorvolo sono state raccolte immagini in bianco e nero con una risoluzione di 1024 x 1024 pixel, che sono state scaricate ieri pomeriggio e pubblicate oggi sul sito dell’Agenzia Spaziale Europea

Passion for Science: affrontare le sfide globali

24/06/2022

Il 2022 è l’anno internazionale della ricerca di base per lo sviluppo sostenibile, nel quale varie discipline contribuiscono ai 17 obiettivi dell’agenda 2030 dell’Onu. In questo contesto, la Società Italiana di Fisica il 21 e 22 giugno ha organizzato a Varenna il simposio Passion for Science: Facing Global Challenges, dove rappresentanti delle più importanti organizzazioni internazionali si sono incontrati con gli enti di ricerca italiani e non per discutere le attività in corso nel campo della sostenibilità declinata nei suoi molteplici aspetti

La deflessione relativistica della luce vicino a Giove

24/06/2022

Un nuovo studio a guida Inaf presenta una misura del segnale di deflessione relativistica più forte attorno a un pianeta del Sistema solare mai ottenuta a qualsiasi lunghezza d'onda, effettuata tramite un'analisi delle osservazioni del satellite Gaia di una stella in prossimità di Giove, a soli 7 secondi d'arco. Tutti i dettagli su A&A