Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Sedi Osservatorio di Trieste

Osservatorio di Trieste

Osservatorio di Trieste

Osservatorio di Trieste

Direttore Fabrizio Fiore

Indirizzo web http://www.oats.inaf.it

Consulta l’elenco telefonico

Le iniziative Inaf per celebrare Margherita Hack

06/06/2022

L’Istituto nazionale di astrofisica celebra il centenario dalla nascita di Margherita Hack, rinomata astrofisica e divulgatrice scientifica per eccellenza, con una serie di iniziative online e in presenza nel corso della settimana: dirette video, contenuti multimediali, e una serie di appuntamenti aperti al pubblico a Trieste, Firenze, Bologna e Milano

Non ci sono più i vènti da buchi neri di una volta

11/05/2022

Uno studio guidato da tre ricercatrici dell’Inaf, in collaborazione con la Normale di Pisa e numerosi istituti di ricerca internazionali, ha misurato per la prima volta la frazione di venti generati dai buchi neri supermassicci al centro delle galassie nell’universo primordiale, svelando che all’epoca questi venti erano molto più frequenti e potenti rispetto a quelli osservati nelle galassie a noi vicine

Ingozzandosi di gas nella tela del protoammasso

31/03/2022

Una quantità sorprendentemente elevata di buchi neri voracissimi, intenti a divorare gas e crescere a dismisura, è stata osservata con il telescopio spaziale per raggi X Chandra della Nasa nelle galassie del protoammasso Spiderweb, a oltre 10.5 miliardi di anni luce da noi. La scoperta è firmata da un team di ricercatori, molti dei quali dell’Istituto nazionale di astrofisica, guidato da Paolo Tozzi dell’Inaf di Arcetri

La cometa cambia faccia in base alle stagioni

17/03/2022

Uno studio guidato da ricercatori e ricercatrici dell’Istituto nazionale di astrofisica e pubblicato su Nature Astronomy definisce un nuovo modello per i nuclei cometari e chiarisce il "funzionamento" dei meccanismi che ne determinano l'evoluzione stagionale

Morfologia di sette quasar dell’universo locale

18/02/2022

Come si muovono i venti di gas freddo emessi dai quasar? Principalmente sul piano del disco galattico, e pur espandendosi lentamente – con velocità massime di 200-350 km/s – finiscono per sopprimere la nascita di nuove stelle. È quanto emerge da uno studio, guidato da Cristina Ramos Almeida dell’Instituto de Astrofísica de Canarias e da Manuela Bischetti dell’Inaf di Trieste, condotto su campione di quasar luminosi osservato con Alma

Pegasus V, un fossile nell’universo

01/07/2022

A convalidarne la presenza sono state le osservazioni condotte con il telescopio Gemini North da 8,1 metri delle Hawaii, ma la scoperta si deve all’astrofilo Giuseppe Donatiello. Si chiama Pegasus V. È una galassia nana ultra-debole e stando ai risultati delle osservazioni di follow-up è una delle galassie più antiche conosciute nel nostro vicinato cosmico

L’origine di tutti i minerali della Terra

01/07/2022

Uno studio durato 15 anni descrive in dettaglio le origini e la diversità di ogni minerale conosciuto sulla Terra e si concretizza in due articoli che aiuteranno a ricostruire la storia della vita sulla Terra, guideranno la ricerca di nuovi minerali e giacimenti, prediranno le possibili caratteristiche della vita futura e aiuteranno la ricerca di pianeti abitabili e vita extraterrestre. Tutti i dettagli su American Mineralogist

Le ultime mappe del Mars Orbiter

01/07/2022

A fine giugno sono state rilasciate dalla Nasa le prime porzioni di una nuova mappa di Marte da 5,6 gigapixel ottenuta grazie allo spettrometro Crism del Mars Reconnaissance Orbiter. La mappa, che sarà rilasciata in blocchi nell'arco dei prossimi sei mesi, copre la stragrande maggioranza del pianeta, rivelando dozzine di minerali trovati sulla sua superficie