Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Lavora con noi Concorsi e selezioni Posizioni a tempo determinato Ricercatori Concorso pubblico a 1 posto di Ricercatore – III livello nell’ambito del progetto “Realizzazione di attività tecniche e scientifiche presso il centro SSDC”

Concorso pubblico a 1 posto di Ricercatore – III livello nell’ambito del progetto “Realizzazione di attività tecniche e scientifiche presso il centro SSDC”

OA Roma (Pubblicato su GU 4a Serie Speciale - Concorsi ed Esami n. 92 del 22-11-2019)
Tipologia Ricercatori tempo determinato
Data di pubblicazione 25/11/2019
Scadenza termini partecipazione 22/12/2019

bando di concorso

Venere, da cima a fondo

22/09/2020

Al congresso europeo Epsc2020 stanno per essere presentati i risultati delle osservazioni di Venere del Parker Solar Probe della Nasa, della missione Akatsuki della Jaxa e di astronomi di tutto il mondo che hanno utilizzato telescopi terrestri. La campagna ha prodotto osservazioni multiple, dalla superficie del pianeta alla sommità delle sue nubi, che hanno fornito intuizioni uniche sulla sua atmosfera

Encelado in infrarosso

22/09/2020

La più dettagliata mappa globale nell’infrarosso della luna di Saturno Encelado: è quanto ha prodotto un team di astronomi utilizzando l’eredità scientifica costituita dalla mole di dati sulla luna ottenuti dalla sonda Cassini della missione Cassini-Huygens. Le nuove immagini, descritte in un articolo pubblicato sulla rivista Icarus, rivelano tracce di attività geologica anche nell'emisfero settentrionale del satellite naturale

Giove potrebbe avere seicento lune

22/09/2020

Setacciando i dati di archivio del Canada France Hawaii Telescope, gli astronomi canadesi della University of British Columbia hanno scoperto ulteriori 52 oggetti che quasi certamente sono lune irregolari di Giove. Gli autori stimano che la popolazione di lune gioviane con raggio maggiore di 400 metri sia di circa 600. Lo studio verrà presentato all'Epsc 2020