Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF Direttiva sull'utilizzo delle risorse informatiche dell'INAF

Direttiva sull'utilizzo delle risorse informatiche dell'INAF

Approvato dal CdA, a seguito di procedura di consultazione pubblica, il testo definitivo della Direttiva

Con delibera del 21 maggio 2019, numero 38, il Consiglio di Amministrazione ha approvato, in via definitiva, la Direttiva sull'utilizzo delle risorse informatiche dell'Istituto Nazionale di Astrofisica.

Il documento, che definisce le regole necessarie a salvaguardare la sicurezza dei sistemi informatici dell'Istituto e a tutelare la riservatezza, l’integrità e la disponibilità delle informazioni e dei dati, anche personali, da questi prodotti, raccolti o comunque processati, era stato adottato dal CdA in prima lettura nel mese di gennaio e sottoposto ad una procedura di consultazione pubblica tra il personale e i principali stakeholders dell'Ente, al fine di acquisire proposte di modifiche ed integrazioni, migliorative ed innovative.

In esito alla suddetta procedura di consultazione sono complessivamente pervenute sette proposte di emendamenti e tre documenti contenenti osservazioni di carattere generale.

Il personale dipendente, i collaboratori, gli associati e tutti coloro che, a vario titolo, utilizzano le risorse informatiche e di rete dell'INAF sono invitati a prendere attentamente visione della Direttiva, disponibile al seguente link di questo sito web:

http://www.inaf.it/it/documenti/direttiva-utilizzo-risorse-informatiche-dellinaf.

archiviato sotto: ,

L’intrigante atmosfera di Titano

18/02/2020

Grazie ad Alma, un gruppo di planetologi dell'Università di Tokyo ha trovato un'impronta chimica nell'atmosfera della luna più grande di Saturno che indica come i raggi cosmici provenienti dall'esterno del Sistema solare influenzino le reazioni chimiche coinvolte nella formazione di molecole organiche contenenti azoto. Si tratta della prima conferma osservativa di tali processi e ha implicazioni per la comprensione dell'ambiente di Titano. Tutti i dettagli su ApJ

Aurore extrasolari in onde radio

17/02/2020

Emissioni in banda radio da interazioni fra una stella e un suo pianeta: un tipo di “trasmissioni” che gli astronomi attendevano di ascoltare da almeno trent’anni. Ora, grazie alle antenne a bassa frequenza dell’array LoFar, ci sono riusciti. Il segnale arriva dalla nana rossa Gj 1151 e dal pianeta che le orbita attorno. Il risultato è pubblicato oggi su Nature Astronomy e apre le porte a una nuova tecnica per scoprire pianeti extrasolari

Eravamo Io, Venere e Tritone

14/02/2020

Alla fine ne resterà una sola, o al massimo due: sono le quattro nuove piccole missioni messe al vaglio dalla Nasa nell’ambito del programma Discovery. Due contemplerebbero le grazie bollenti di Venere, una studierebbe come la luna Io venga sommossa dalla passione gravitazionale di Giove, mentre l’ultima cercherebbe di cogliere un anelito di vita nell’algida Tritone, satellite di Nettuno