Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Operazione Trasparenza Prima giornata trasparenza INAF

Prima Giornata della Trasparenza INAF

Il giorno 23 Novembre 2011 si è svolta la Prima Giornata della Trasparenza dell'Istituto Nazionale di Astrofisica presso la Sede Centrale dell'Ente, a Roma.


Sono disponibili il programma della giornata e una copia delle presentazioni effettuate.

- Programma Giornata Trasparenza

- Presentazione del Sistema di Misurazione e Valutazione dell’INAF, e
degli Obiettivi di Ruolo (F. Ciardiello - componente OIV)


- Presentazione del Piano della Performance (G. Vettolani, G. Di Cocco, G. Villa

- Presentazione del Piano della Trasparenza e del suo stato di attuazione

- Obiettivi per il futuro, tappe successive e principali problematiche (G. Cerasoli - Presidente OIV)

Così Perseverance raccoglierà 43 pezzi di Marte

04/06/2020

Ultime fasi di integrazione in vista del lancio per il rover della Nasa. Il 20 maggio il team di Perseverance ha completato il caricamento dei 43 tubi di campionamento e del sistema di archiviazione del Sample Caching System, un insieme di tre robot che consentirà al rover di prelevare, fotografare e archiviare campioni di roccia marziana, in vista di un’eventuale missione di recupero per il rientro a Terra

Costante di Hubble? La parola al vuoto cosmico

04/06/2020

In base a una ricerca condotta dall'Università di Portsmouth, i vuoti cosmici presenti nell’universo garantiscono test più precisi sull’energia oscura e l'espansione cosmica. Utilizzando i dati della Sloan Digital Sky Survey, i ricercatori hanno confermato un universo piatto e ottenuto una nuova misura della costante di Hubble. Tutti i dettagli su Physical Review Letters

La febbre di Fobos

04/06/2020

Un team di scienziati del Jet Propulsion Lab della Nasa, dell'Arizona State University e della Northern Arizona University ha processato alcune immagini termiche della superficie della luna marziana Fobos inviate a Terra dalla sonda Mars Odyssey della Nasa. L'analisi ha fornito nuove indicazioni sull'origine enigmatica di questo corpo celeste