Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Lavora con noi Concorsi e selezioni Posizioni a tempo indeterminato CTER Concorso pubblico riservato, per titoli e colloquio integrativo, ai fini del reclutamento di TRE "Collaboratori Tecnici degli Enti di Ricerca", Sesto Livello Professionale

Concorso pubblico riservato, per titoli e colloquio integrativo, ai fini del reclutamento di TRE "Collaboratori Tecnici degli Enti di Ricerca", Sesto Livello Professionale

Concorso pubblico riservato, per titoli e colloquio integrativo, ai fini del reclutamento di TRE "Collaboratori Tecnici degli Enti di Ricerca", Sesto Livello Professionale, con contratto di lavoro a tempo indeterminato e regime di impegno a tempo pieno, indetto ai sensi dell'articolo 20, comma 2, del Decreto legislativo 25 maggio 2017, numero 75, e in attuazione delle Delibere del Consiglio di Amministrazione del 4 luglio 2018, numero 60, e del 31 maggio 2019, numero 39.

Qui Osiris-Rex toccherà l’asteroide

12/12/2019

Si chiama Nightingale (“usignolo”) il sito dal quale, l’estate prossima, la sonda Osiris-Rex preleverà campioni del suolo di Bennu. La scelta, appena annunciata dalla Nasa, è frutto di un lungo e complesso lavoro di analisi, al quale ha preso parte anche un ricercatore italiano del team: Maurizio Pajola dell’Inaf di Padova. Oggi su Media Inaf ci racconta come è avvenuta

Lampi di raggi gamma prima del colpo di fulmine

12/12/2019

Importanti nuove scoperte sui misteriosi Tgf – lampi di raggi gamma che hanno origine nelle nubi temporalesche – sono state presentate al meeting autunnale Agu, in corso in questi giorni a San Francisco. Ne parliamo con uno degli autori, Martino Marisaldi della University of Bergen, associato all’Istituto nazionale di astrofisica

Giove: un nuovo ballerino nella danza dei vortici

12/12/2019

Danza sfrenata e sempre più affollata nell’atmosfera di Giove, proprio in prossimità del polo sud del gigante gassoso. Nell’ultimo passaggio ravvicinato della sonda Juno, lo strumento Jiram ha infatti scoperto un nuovo, “piccolo” vortice, che si è recentemente formato accanto a quelli già osservati e studiati in precedenza