Strumenti personali
Fatti riconoscere

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

INAF

Istituto italiano di astrofisica - national institute for astrophisics

Ciao
Tu sei qui: Home Notizie INAF In Evidenza

In Evidenza

Le vincitrici dell’XI Edizione del Premio Tacchini
Flavia Dell’Agli dell’Università di Roma “La Sapienza” e Bianca Salmaso dell’Università dell’Insubria e INAF-Osservatorio Astromomico di Brera si sono aggiudicate il premio promosso dalla SAIt
Direzione dell'IAPS di Roma
Le candidature entro il 12 maggio
A Stefano Andreon il premio IAA Fellow
L'International Astrostatistics Association (IAA) ha assegnato il premio "IAA Fellow" a Stefano Andreon, ricercatore INAF presso l'Osservatorio Astronomico di Brera
Bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica
E' stato pubblicato il bando di concorso relativo al XXXII ciclo di dottorato in Astrofisica presso l'Università di Bologna, in convenzione con l'Istituto Nazionale di Astrofisica

Lo spettro degli assioni in sette stelle di neutroni

20/01/2021

Un nuovo studio recentemente pubblicato su Physical Review Letters suggerisce che all’origine dell’inaspettata emissione X ad alta energia intorno alle Magnifiche 7 – sette stelle di neutroni piuttosto vicine alla Terra e caratterizzate da forti campi magnetici – potrebbero esserci gli assioni

Icarus, la galassia che osò troppo

20/01/2021

Oltre dieci miliardi di anni fa, una galassia con circa un miliardo di stelle si fuse con la nostra. Oggi Paola Re Fiorentin, Alessandro Spagna e Mario G. Lattanzi, ricercatori dell’Inaf, in collaborazione con Michele Cignoni dell'Università di Pisa, hanno individuato nella Via Lattea, la nostra galassia, un gruppo di stelle appartenenti a quella galassia primordiale, dandole il nome Icarus, in analogia con l’omonimo personaggio del mito greco che osò avvicinarsi troppo al Sole. Lo studio su ApJ Letters

La scienza strumento per il Mezzogiorno

20/01/2021

Da Dulbecco a Caccioppoli, da Majorana a Maria Bakunin. La genialità di grandi scienziati nati al Sud tra Settecento e Novecento, emblematica di un potenziale scientifico spesso dimenticato e che potrebbe essere la chiave per riscattare il Mezzogiorno dalle sue rinnovate difficoltà. Un saggio di storia della scienza sui generis, scritto da studiosi e comunicatori a loro volta meridionali, a cura di Pietro Greco