Strumenti personali
Fatti riconoscere
Tu sei qui: Home Campi di Attivita' Sole e Sistema Solare

Astrofisica solare e fisica interplanetaria

L'obiettivo scientifico delle ricerche di fisica solare, interplanetaria e magnetosferica è la comprensione di quella varietà di fenomeni che rientra sotto la definizione di attività solare e della sua influenza sugli ambienti planetari. Questo campo di indagine, che esplora in dettaglio una ricca serie di processi fisici, importanti anche per il contesto astrofisico più generale, può essere globalmente identificato come lo studio della complessa interazione tra campo magnetico e plasma in un’ampia gamma di condizioni dinamiche. Gli anni recenti sono stati caratterizzati da un notevole sviluppo delle conoscenze sul Sole e sull’eliosfera, grazie all'utilizzo di nuovi e più efficaci strumenti, sia a terra che dallo spazio. Inoltre, una serie di strumenti dedicati allo studio delle proprietà della ionosfera e della magnetosfera terrestri e delle loro variazioni ha permesso di correlare le alterazioni dell'ambiente circumterrestre, il cui impatto sulle attività umane può essere critico, con le perturbazioni interplanetarie indotte dai fenomeni più energetici dell’attività magnetica solare (brillamenti, protuberanze eruttive, coronal mass ejections), stimolando significativamente gli studi sulla fisica delle relazioni Sole-Terra e della “meteorologia spaziale” (Space Weather).

La comunità scientifica solare, interplanetaria e magnetosferica italiana è attivamente impegnata in questi campi di indagine, utilizzando regolarmente la strumentazione internazionale disponibile sia a Terra che dallo spazio, e alla cui realizzazione ha contribuito in modo significativo. Inoltre la comunità ha a disposizione una serie di infrastrutture osservative dislocate sul territorio nazionale e anche all’estero, costantemente utilizzate per l’osservazione sistematica del Sole e per lo studio delle relazioni Sole-Terra.

A Roberto Peron il premio Best conference paper

02/12/2016

Roberto Peron (a destra) con il presidente dell'INAF Nichi D'Amico. Crediti: Media INAFPadovano di nascita, romano di adozione, Roberto Peron ha ricevuto il prestigioso riconoscimento dalla IEEE, l’Istituto degli ingegneri elettrici ed elettronici, per un articolo presentato alla terza edizione del Workshop Internazionale “Metrology for Aerospace”, nella Special Session dedicata alla Metrologia Relativistica

Onde gravitazionali, Virgo in azione da marzo

02/12/2016

L'interferometro Virgo, nella campagna pisanaTerminato lo stop che durava da gennaio, i due rivelatori statunitensi di LIGO hanno ripreso da due giorni le osservazioni scientifiche, con notevoli miglioramenti in sensibilità. E quello italiano, Advanced Virgo? «Da questa primavera, Virgo ci sarà», promette a Media INAF Giovanni Losurdo, dell’INFN

Oceano di ammoniaca nel cuore di Plutone?

02/12/2016

Veduta di Plutone con la topografia codice colore come misurato da New Horizons della NASA. Sputnik Planitia profondo bacino di forma ellittica, molto probabilmente il sito di un antico impatto su Plutone. Nuovi dati Horizons implicano che in profondità sotto questo bacino di azoto-riempito di ghiaccio ci sia  un oceano denso di acqua salata e ricca di ammoniaca. (Photo: P.M. Schenk LPI / JHUAPL / SwRI / NASA)Ancora non sappiamo se davvero l'ex nono pianeta ospiti davvero un oceano sotterraneo, e già c’è chi lo immagina come uno sciroppo denso e popolato da forme di vita esotiche. L’ipotesi è di William McKinnon, della Washington University a St. Louis, e per verificarla propone una nuova missione verso Plutone