Strumenti personali
Fatti riconoscere
Tu sei qui: Home Campi di Attivita' Sole e Sistema Solare

Astrofisica solare e fisica interplanetaria

L'obiettivo scientifico delle ricerche di fisica solare, interplanetaria e magnetosferica è la comprensione di quella varietà di fenomeni che rientra sotto la definizione di attività solare e della sua influenza sugli ambienti planetari. Questo campo di indagine, che esplora in dettaglio una ricca serie di processi fisici, importanti anche per il contesto astrofisico più generale, può essere globalmente identificato come lo studio della complessa interazione tra campo magnetico e plasma in un’ampia gamma di condizioni dinamiche. Gli anni recenti sono stati caratterizzati da un notevole sviluppo delle conoscenze sul Sole e sull’eliosfera, grazie all'utilizzo di nuovi e più efficaci strumenti, sia a terra che dallo spazio. Inoltre, una serie di strumenti dedicati allo studio delle proprietà della ionosfera e della magnetosfera terrestri e delle loro variazioni ha permesso di correlare le alterazioni dell'ambiente circumterrestre, il cui impatto sulle attività umane può essere critico, con le perturbazioni interplanetarie indotte dai fenomeni più energetici dell’attività magnetica solare (brillamenti, protuberanze eruttive, coronal mass ejections), stimolando significativamente gli studi sulla fisica delle relazioni Sole-Terra e della “meteorologia spaziale” (Space Weather).

La comunità scientifica solare, interplanetaria e magnetosferica italiana è attivamente impegnata in questi campi di indagine, utilizzando regolarmente la strumentazione internazionale disponibile sia a Terra che dallo spazio, e alla cui realizzazione ha contribuito in modo significativo. Inoltre la comunità ha a disposizione una serie di infrastrutture osservative dislocate sul territorio nazionale e anche all’estero, costantemente utilizzate per l’osservazione sistematica del Sole e per lo studio delle relazioni Sole-Terra.

LiciaCube, fotografa e musa per ragazzi

31/01/2023

Raccontateci con i vostri disegni l'avventura della “fotoreporter spaziale” LiciaCube, era l'invito rivolto agli studenti delle scuole primarie. Detto fatto: oltre cento opere hanno travolto la casella di posta elettronica del concorso. A salire sul podio sono la 1B della Giuseppe Mazzini di Vignola (MO), la 4B della Grazia Deledda di Roma e la 5D della Padre Lais IC Montezemolo di Roma. «Ma ci tengo a dire che per me tutti i disegni sono stati a loro modo sorprendenti e tutti i partecipanti sono secondo me vincitori», dice Elena Mazzotta Epifani dell’Inaf di Roma

Esperimenti d’alchimia astrale con fasci di kaoni

30/01/2023

È una particella strana, Lambda(1405). Letteralmente strana: composta da un antiquark e da quattro quark, uno dei quali “strange”. I fisici la inseguono da anni, perché comprenderne la struttura può aiutare a spiegare un ambiente esotico qual è l’interno delle stelle di neutroni, ma ha vita effimera e produrla, qui sulla Terra, è difficilissimo. Ci è ora riuscito un team internazionale del quale fa parte anche Catalina Curceanu dell’Istituto nazionale di fisica nucleare

Quel giovane duo stellare nella nebulosa di Orione

30/01/2023

Sono una coppia giovane e per nulla monotona, le stelle variabili riprese dal telescopio spaziale Hubble. A far loro da cornice e da sfondo, la nebulosa di Orione, habitat perfetto per stelle come queste che cambiano continuamente la loro luminosità