Strumenti personali
Fatti riconoscere
Tu sei qui: Home Campi di Attivita' Sole e Sistema Solare I Pianeti e i corpi minori del Sistema Solare e di altri sistemi stellari Progetti recenti ed attività in corso per lo studio dei pianeti e dei corpi minori

Modelli dell’origine ed evoluzione di pianeti, satelliti naturali e corpi minori

La formazione del sistema solare è uno degli argomenti più complessi delle scienze planetarie. Infatti, benché le osservazioni forniscano informazioni dirette sullo stato attuale dei corpi che lo compongono, è molto complesso risalire solo da esse al processo che è stato necessario per generarli. I gruppi di Planetologia dell’INAF-IASF e INAF-IFSI di Roma portano avanti fin dagli anni ’70 un lavoro pioneristico rivolto allo studio delle origini dei diversi corpi del sistema solare e dei processi principali che hanno determinato la loro evoluzione e complessiva differenziazione, affiancati dallo sviluppo di modelli numerici.

È possibile che esista la vita “sottomarte“?

25/09/2020

Mentre la ricerca della vita tipicamente si concentra sull’acqua liquida presente sulla superficie e nell'atmosfera dei corpi celesti, secondo due scienziati americani l'assenza di acqua superficiale non preclude affatto l’esistenza di vita su un corpo roccioso, per esempio nel profondo della biosfera del suo sottosuolo. Tutti i dettagli su ApJ Letters

La forma delle tempeste di Giove

25/09/2020

Vicino al polo sud di Giove, nascoste dagli occhi indiscreti degli umani, si trovano una serie di tempeste vorticose disposte secondo uno schema geometrico insolitamente regolare. Un nuovo studio del Caltech è riuscito a svelare il mistero, anche grazie a un suggerimento dal lontano passato. Tutti i dettagli sui Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America

Engage, workshop di tre giorni sulla divulgazione

25/09/2020

Organizzato da Vis srl, prima spin off della Scuola Normale Superiore, in collaborazione con l’Istituto nazionale di astrofisica, il workshop si terrà a Firenze dal 19 al 21 novembre e fornirà strumenti utili a chi si occupa di divulgazione della ricerca. La quota d’iscrizione va da 800 euro (per chi si iscrive entro il 15 ottobre) a 1000 euro