Strumenti personali
Fatti riconoscere
Tu sei qui: Home Sedi Sede Centrale INAF Direzione Scientifica UTG-II Divisione Nazionale Abilitante per la Radioastronomia

UTG-II Divisione Nazionale Abilitante per la Radioastronomia

 

Responsabile: Dott.ssa Federica Govoni
Tel: +39 070 71180236
email: div-radio@inaf.it
fgovoni@oa-cagliari.inaf.it

 


La UTG-II Divisione Nazionale Abilitante per la Radioastronomia è responsabile del coordinamento Nazionale ed Internazionale della radioastronomia italiana:

- Antenne Single-Dish (Medicina, Noto, SRT)
- VLBI
- Precursori/Pathfinders SKA a bassa frequenza
- Precursori/Pathfinders SKA ad alta frequenza
- Supercalcolo, archivi e trasporto grandi mole di dati in radioastronomia
- SKA
- ALMA ed astronomia millimetrica

Per la sua attività la coordinatrice dell'UTG-II si avvale dell' Advisory Committee, un gruppo di scienziati che ha lo scopo di fornire consulenza aiutando il coordinamento della radioastronomia italiana in modo da ottimizzare il ritorno scientifico delle facilities osservative, valorizzare il know-how tecnologico dell'Ente, armonizzare gli sforzi della componente scientifica e di quella tecnologica stimolando il più possibile l'interazione e lo scambio di informazione tra queste due componenti.

I membri costituenti l'Advisory Committee sono:
Ettore Carretti (Antenne Single-Dish)
Tiziana Venturi (VLBI)
Gianfranco Brunetti (Precursori/Pathfinders SKA a bassa frequenza)
Grazia Umana (Precursori/Pathfinders SKA ad alta frequenza)
Andrea Possenti (Supercalcolo, archivi e trasporto grandi mole di dati in radioastronomia)
Isabella Prandoni (SKA)
Jan Brand (ALMA ed astronomia millimetrica)

Consegnato oggi allo stabilimento di ThalesAlenia Space a Torino il modello avionico dello strumento NIS, l’“occhio” nell’infrarosso che, insieme a quello nel visibile VIS, permetterà alla missione spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) Euclid di studiare con un livello di accuratezza mai raggiunto prima l’Universo Oscuro

Consegnato oggi allo stabilimento di ThalesAlenia Space a Torino il modello avionico dello strumento NIS, l’“occhio” nell’infrarosso che, insieme a quello nel visibile VIS, permetterà alla missione spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) Euclid di studiare con un livello di accuratezza mai raggiunto prima l’Universo Oscuro

Si terrà mercoledì 13 giugno prossimo presso la sede dell'Agenzia Spaziale a Roma la giornata dedicata alla presentazione della partecipazione italiana alla missione Gaia dell'Esa e agli ultimi risultati scientifici raggiunti

Si terrà mercoledì 13 giugno prossimo presso la sede dell'Agenzia Spaziale a Roma la giornata dedicata alla presentazione della partecipazione italiana alla missione Gaia dell'Esa e agli ultimi risultati scientifici raggiunti