Strumenti personali
Fatti riconoscere
Tu sei qui: Home Sedi Sede Centrale INAF Direzione Scientifica USC VII: Bandi Competitivi

Bandi Competitivi

Unità Scientifica Centrale VII

L'Unità Relazioni Internazionali dell’INAF (INAF/Relint) cura la partecipazione del personale INAF a programmi di finanziamento di progetti di ricerca, scambio e mobilità internazionali o cooperazioni bilaterali. INAF/Relint cura altresì le attività generali di carattere internazionale e, in tale ambito, i rapporti con soggetti pubblici e privati, con particolare riferimento alle iniziative dell’Unione Europea.

A tali fini, INAF/Relint:

  • cura la diffusione al personale INAF delle informazioni relative alle attività sopramenzionate;
  • fornisce supporto al personale INAF per la corretta presentazione e gestione dei progetti.

Responsabile: Alessandra Scaffidi

Staff: Chiara Guccione

Tel. 06 35.533 340/341

Fax: 06 35.34.3154
E-mail: USC-bandi[at]inaf[dot]it



navigazione locale
Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca all'Università di Calgary (Canada), Palumbo è stato dapprima ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, per poi diventare professore associato, poi ordinario, presso il Dipartimento di Astronomia dell’Università di Bologna

Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca all'Università di Calgary (Canada), Palumbo è stato dapprima ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, per poi diventare professore associato, poi ordinario, presso il Dipartimento di Astronomia dell’Università di Bologna

Consegnato oggi allo stabilimento di ThalesAlenia Space a Torino il modello avionico dello strumento NIS, l’“occhio” nell’infrarosso che, insieme a quello nel visibile VIS, permetterà alla missione spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) Euclid di studiare con un livello di accuratezza mai raggiunto prima l’Universo Oscuro

Consegnato oggi allo stabilimento di ThalesAlenia Space a Torino il modello avionico dello strumento NIS, l’“occhio” nell’infrarosso che, insieme a quello nel visibile VIS, permetterà alla missione spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) Euclid di studiare con un livello di accuratezza mai raggiunto prima l’Universo Oscuro